ESI Quality since 1975

Lavoro da scrivania e dolori muscolari: quali sono i rimedi naturali?

8 min
di ESI

L’ultimo anno ha modificato lo stile di vita e la quotidianità di tutti noi. Tra i maggiori cambiamenti che possiamo riscontrare c’è sicuramente l’introduzione dello smart working. Se da un lato ci ha permesso di lavorare e proseguire le nostre attività comodamente da casa, dall’altro nelle proprie abitazioni spesso non si ha a disposizione una postazione da lavoro idonea al benessere dell’apparato muscolo scheletrico. Stiamo parlando di una corretta seduta, una scrivania comoda, la giusta illuminazione. Anche se poniamo attenzione a mantenere una buona postura, è probabile che alla fine si perda la concentrazione e si finisca per inclinarsi o spostarsi in avanti. Il lavoro da scrivania e i dolori muscolari sono perciò strettamente correlati. Vediamo insieme quali sono le posizioni corrette da mantenere, gli esercizi mirati per il benessere di collo, spalle e schiena e gli ingredienti naturali che possono fornire un efficace sostegno.

Cos’è la postura?

La postura è la posizione del corpo umano nello spazio e i relativi adattamenti che ha rispetto all’ambiente esterno in conseguenza a diverse situazioni, siano esse statiche o dinamiche. Quando la relazione tra le varie parti del corpo è scorretta, si produce una maggiore tensione a carico delle strutture portanti del nostro apparato muscolo scheletrico, l’equilibrio è meno efficiente e così si finisce per avere una cattiva postura.

Se, ad esempio, rimaniamo seduti per lungo tempo alla scrivania, avvertiremo fastidi sia a carico di muscoli e articolazioni, sia con il tempo, a carico anche delle ossa. Per mantenere il benessere del nostro organismo è quindi fondamentale correggere il prima possibile una posizione non adeguata e praticare esercizi funzionali al mantenimento di una buona postura.

Lavoro da scrivania e dolori muscolari: la corretta postura per il benessere di muscoli e ossa

Per poter migliorare la propria posizione mentre lavoriamo alla scrivania dobbiamo tenere conto di alcuni fattori:

  • la seduta e lo schienale,
  • la posizione dello schermo e della scrivania,
  • l’utilizzo di poggiapiedi,
  • le pause per mantenere le articolazioni attive.

Iniziamo quindi dalla seduta: è importante utilizzare una sedia che ci consenta di mantenere una postura corretta. Deve quindi avere sufficiente spazio e un’adeguata inclinazione in modo che i glutei siano sostenuti e le cosce possano stare comodamente in posizione orizzontale. Così facendo le ginocchia possono formare un angolo retto e i piedi possono toccare terra senza sforzo. La seduta inoltre, deve essere dotata di braccioli posizionati alla stessa altezza del piano di lavoro.

Lo schienale invece, deve fornire un adeguato sostegno alla schiena così da garantire una postura corretta ed evitare inclinazioni diverse da quella naturale. Lo schienale non deve essere quindi troppo reclinato indietro, né inclinato in avanti. Se sono già presenti dolori nella zona lombare può essere utile posizionare tra lo schienale e la parte bassa della spina dorsale un apposito cuscino.

Per quanto riguarda la posizione dello schermo, lo spigolo del monitor deve essere ad un’altezza leggermente più bassa rispetto alla linea degli occhi. La distanza tra occhi e monitor deve essere tra i 50 e i 70 cm per non appesantirli. È comunque buona abitudine idratarli e predisporre un’illuminazione adeguata.

L’altezza della scrivania deve permetterti di digitare con le spalle rilassate, in modo sciolto, senza irrigidire dita e polsi. I gomiti devono essere appoggiati alla scrivania o ai braccioli della sedia, sempre per mantenere spalle e collo rilassati. Sedia e scrivania devono quindi essere regolate sulle nostre misure e tastiera e mouse devono essere spostati in funzione dell’altezza delle nostre mani.

Nel caso in cui non riusciamo a poggiare adeguatamente i piedi per terra, è necessario l’ausilio di un poggiapiedi che aiuta a mantenere gambe e colonna rilassate e ci permette di cambiare posizione più frequentemente.

Anche programmare delle pause è fondamentale: almeno ogni ora, fai 5 minuti di break, alzati e sgranchisci gambe e braccia. L’importanza di concedersi delle pause per camminare, apporta benefici a muscoli, articolazioni e circolazione sanguigna. Tutti questi piccoli accorgimenti ti eviteranno di assumere una postura scorretta durante il lavoro alla scrivania evitando l’insorgere di dolori e disturbi fastidiosi.

Esercizi mirati per il benessere di collo, spalle e schiena

Oltre agli accorgimenti sopra descritti, esistono molti esercizi utili per correggere una cattiva postura e aiutare il nostro corpo a mantenere sempre una postura corretta ed ergonomica. Si tratta di piccoli esercizi posturali o di rilassamento che possono essere svolti sia a casa che in ufficio durante le pause per riattivare muscolatura e circolazione sanguigna, ma anche per scaricare lo stress e migliorare la concentrazione. Ad esempio:

  • In piedi o seduti alla scrivania, ruotare le spalle contemporaneamente, formando dei cerchi; ripetere l’esercizio 10 volte in senso orario e 10 volte in senso antiorario.
  • In piedi o seduti, fissare un punto davanti a voi e ruotare la testa verso destra e verso sinistra senza spostare lo sguardo, poi flettere il capo verso l’alto e verso il basso, sempre senza spostare lo sguardo; ripetere l’esercizio 10 volte.
  • In piedi, con le gambe leggermente divaricate, appoggiare i palmi delle mani sulla zona lombare e inarcare all’indietro la schiena per distendere la colonna vertebrale; tornare alla posizione di partenza e ripetere per 5 volte.
  • Seduti, con le gambe leggermente divaricate e i piedi a terra, appoggiare i gomiti alle ginocchia e rilassare la schiena incurvandola verso il basso, rilassare il collo portando anche la testa verso il basso; mantenere la posizione per qualche secondo e ritornare in quella iniziale.

Integratori naturali per lavoro da scrivania e dolori muscolari

Per contrastare i fastidi muscolari e articolari causati da attività lavorative sedentarie e allo stesso tempo rinforzare l'apparato muscolo scheletrico, è possibile integrare la propria dieta con integratori a base di ingredienti naturali, come artiglio del diavolo, arnica, curcuma, glucosamina, condroitina e manganese.

L'artiglio del diavolo è una pianta perenne utilizzata per dolori muscolari e favorire la funzionalità articolare. L’arnica è una pianta erbacea per uso esterno utile in caso di stiramenti e fastidi muscolari e articolari. La curcuma favorisce la flessibilità articolare, il benessere delle articolazioni e delle ossa e ha anche proprietà antiossidanti. Glucosamina e condroitina invece, sono componenti della cartilagine di tendini, legamenti e ossa, permettono di attrarre e trattenere molta acqua, indispensabile per nutrire e lubrificare le articolazioni. Infine, il manganese è un oligoelemento che contribuisce al mantenimento di ossa normali, alla normale formazione di tessuti connettivi e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

 

linee e prodotti consigliati
No•Dol capsule
No•Dol Curcuma
No•Dol pocket drink
No•Dol Collagene
No•Dol Arnica Forte gel
No Dol Coral Calcium Max
No Dol Glucosamina Pura 500

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.