ESI Quality since 1975

Per ritrovare il buonumore prova con questi 5 alimenti

8 min
di ESI

Le abitudini alimentari possono anche influenzare l'umore

Le endorfine, meglio conosciute come "ormoni del buonumore", sono sostanze prodotte dall'encefalo dotate di attività stimolanti sull'organismo.
La loro sintesi può venire parzialmente incentivata da alcuni alimenti e limitata da altri. Ad esempio sarebbero da evitare i superalcolici, il caffè, gli zuccheri raffinati e i grassi saturi. Questi alimenti, pur offrendo una momentanea sensazione di benessere, in realtà interferiscono negativamente con alcune funzioni cerebrali, tra cui la sintesi di endorfine. Al contrario, i cibi ricchi di vitamine, soprattutto vitamina B1, acido folico (vitamina B9), vitamina D e vitamina C, migliorano il tono dell'umore. Anche alcuni minerali, tra cui zinco, cromo, magnesio e selenio, si rivelano necessari per ritrovare il buonumore. Il cromo ad esempio, ottimizza la produzione di serotonina, un altro neurotrasmettitore legato al benessere psico-emotivo. Il magnesio invece è un elemento regolatore sulle emozioni e il selenio contribuisce a modulare gli impulsi nervosi, 

Cinque alimenti che aiutano a ritrovare il buonumore

Come abbiamo visto esistono dei cibi che possono renderci felici aiutandoci ad aumentare i livelli di serotonina nel nostro corpo.
Ma nello specifico, quali sono gli alimenti che aiutano a ritrovare il buonumore? Vediamoli nello specifico.

Cioccolato fondente

Il cioccolato al naturale sarebbe amaro e diventa dolce soltanto in seguito all'aggiunta di zuccheri, grassi e latte. In particolare quello fondente, che contiene un'elevata concentrazione di cacao, è uno degli alimenti più ricchi di flavonoidi, composti antiossidanti particolarmente benefici per l'organismo.

Tra gli effetti conseguenti all'assunzione del cioccolato amaro c'è una notevole produzione di serotonina. Si tratta di un neurotrasmettitore con attività stimolante sul sistema nervoso centrale, la cui sintesi parte dal triptofano, un aminoacido essenziale precursore contenuto in alcuni alimenti. L'attività della serotonina si realizza tramite specifici legami con recettori nervosi, che, dopo essere stati attivati, controllano molti comportamenti della sfera psico-emotiva.

Nel cioccolato fondente si trova anche la teobromina, un'altra sostanza utile per ritrovare il buonumore. Il suo ruolo stimolante infatti, contribuisce a migliorare la sensazione di benessere emotivo. Magnesio e ferro, due minerali necessari per un buono stato psicologico, sono contenuti in dosi significative nel cioccolato fondente e, anche se la loro biodisponibilità non è molto elevata, svolgono comunque un effetto stimolante. 

Banane

Nella banana sono presenti elevate concentrazioni di potassio. Questo elemento è indispensabile nella regolazione della permeabilità della membrana cellulare che partecipa attivamente alla modulazione nervosa degli impulsi. L'elevata percentuale di vitamina B9 e di acido folico contenuta nella banana contribuisce a incentivare la secrezione di serotonina, considerata per antonomasia l'ormone del buonumore. La vitamina B6 (piridossina), nota per la sua attività neuro rilassante, svolge un efficace ruolo sia calmante che antidepressivo ed è in grado di risollevare il tono dell'umore. 

Inoltre un costituente fondamentale di questi frutti è il triptofano, elemento precursore a sua volta della serotonina. Trattandosi di un aminoacido essenziale che l'organismo non è in grado di sintetizzare, esso deve essere introdotto con il regime alimentare. Le endorfine, tra cui soprattutto la serotonina, sono neuromediatori coinvolti nei circuiti cerebrali di controllo sulla percettività emozionale che condiziona in maniera evidente il tono dell'umore. L'associazione tra piridossina, potassio e triptofano svolge un'azione sinergica a livello nervoso, aumentando il buonumore.

Noci

Si dice che il consumo di noci, come anche di altri tipi di frutta secca, possa contribuire a migliorare il tono dell'umore e a diminuire i livelli di stress. Le noci sono particolarmente sazianti, ipercaloriche e caratterizzate da un ottimo equilibrio tra acidi grassi, principalmente insaturi. Questi composti, tra cui i famosi omega 3, migliorando lo stato di salute fisica del corpo, aumentano anche il benessere psicologico e la resistenza ad agenti stressogeni.

La presenza, tra gli altri, di elementi minerali come potassio e ferro, associati a tiamina svolge un'azione estremamente benefica sullo stato emotivo della persona. Un altro beneficio nel consumo di frutta secca è quello di stimolare la produzione di dopamina. Un ormone strettamente collegato al buonumore che, unito alla notevole concentrazione di triptofano e di acido folico, contribuisce a migliorare la reattività del soggetto nei confronti delle avversità.

Semi di girasole

Acido folico e magnesio sono i due costituenti principali dei semi di girasole, un altro alimento di estrema rilevanza per regolare il tono dell'umore. L'elevata concentrazione di magnesio, che contribuisce a ridurre ansia, nervosismo e stanchezza, svolge un'azione sinergica con le sostanze sopra elencate e rende questi cibi la scelta perfetta per uno spuntino anti-stress.

I semi di girasole sono l'ideale per fare il pieno di acidi grassi. Sia i grassi polinsaturi (omega 6 e acido linoleico) sia quelli monoinsaturi (omega 3 e acido oleico) sono due gruppi di composti necessari per il benessere psicosomatico. Grazie alla notevole concentrazione di triptofano (i semi di girasole sono infatti gli alimenti vegetali in assoluto più ricchi di questo aminoacido), essi sono in grado di sintetizzare grandi quantità di serotonina.

I semi di girasole contengono infine molte vitamine del gruppo B, il cui ruolo sul controllo delle funzioni encefaliche è noto da tempo. In particolare la vitamina B6 è un potente alleato per il buonumore dato che minimizza aggressività, irritabilità e sbalzi d'umore.

Uova

Un uovo sodo contiene oltre il 20% della quantità raccomandata di triptofano da consumare in una giornata, classificandosi tra i cibi più efficaci per prevenire cali d'umore.

L'uovo contiene anche considerevoli percentuali di zinco, un minerale coinvolto in numerose reazioni di catalisi enzimatica importanti per il corretto assetto metabolico dell'organismo. Oltre a un importante ruolo di controllo organico, lo zinco partecipa anche alla regolazione del tono dell'umore in quanto agisce a livello dei recettori sinaptici ottimizzando le risposte a stimolazioni nervose.

La seratonina per ritrovare il buonumore

Come abbiamo appena visto esistono quindi alimenti che possono contribuire al benessere psicologico delle persone, a patto che siano inseriti in un regime dietetico bilanciato e variato. Alla base del controllo sull'umore, la sostanza maggiormente coinvolta rimane la serotonina, un neurotrasmettitore capace di modulare la trasmissione degli impulsi sinaptici.

Tutti i cibi in grado di incentivare la sua sintesi a partire dal precursore triptofano sono quindi degli efficaci alleati per prendersi cura di sé in maniera del tutto naturale.

Un potente alleato del buonumore è l'iperico, conosciuto come "Erba di san Giovanni", un vegetale contenente ipericina, rutina e altri flavonoidi, tannini e xantoni. Tra questi l'ipericina agisce inibendo la ricaptazione di noradrenalina e serotonina, e quindi migliorando il tono dell'umore. Solitamente l'iperico viene assunto sotto forma di estratto secco, componente di integratori alimentari.

linee e prodotti consigliati
NoDep 700
NoDep 700 gocce

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.