ESI Quality since 1975

Depressione: come riconoscerla e come combatterla

4 min
di ESI

Ci sono ancora troppi tabù su questa malattia. Secondo molti si tratta solo di una condizione sporadica e passeggera, che non ha nulla a che vedere con le malattie vere e proprie. Una concezione che fa diventare la depressione una patologia di poco conto, che non compromette lo stato fisico di una persona, in quanto considerata dai meno esperti come una condizione esclusivamente mentale.

Quello che molti non sanno però è che la depressione è una patologia che riguarda solo inizialmente lo stato psicologico dell’individuo, ma che coinvolge e compromette in poco tempo le energie e le attività quotidiane della persona.

I pregiudizi su questa patologia psicofisica hanno conseguenze molto gravi sulla diagnosi della malattia. Basti pensare che circa il 15% della popolazione ne è affetta, ma non tutti hanno la forza e il coraggio di ammettere le proprie condizioni, facendo diventare lo stato depressivo una limbo da cui, con il passare del tempo, è sempre più difficile uscire.

Ma come possiamo riconoscere la depressione? Esistono sintomi precisi in grado di farci individuare uno stato depressivo.

I sintomi della depressione

Uno dei principali sintomi della depressione è la mancanza di energia. Chi è depresso tende a stancarsi molto velocemente e a perdere l’entusiasmo e la voglia di compiere attività che fino a poco tempo prima svolgeva senza nessun problema.

La sensibilità e la percezione delle cose viene alterata. Spesso chi è affetto da depressione tende a percepire gli oggetti, l’ambiente e le persone con distanza o addirittura con assenza.

Oltre alle energie fisiche, la depressione colpisce le capacità mentali, rendendo chi ne è affetto incapace di concentrarsi per un tempo adeguato a svolgere le proprie attività. La mente risulta svuotata, come incapace di elaborare pensieri articolati.

Si altera anche il rapporto con il sonno, diventando allo stesso tempo insonni, ma in una costante condizione di sonnolenza. Si alterano i momenti di veglia e di sonno, quindi si tende a voler dormire di giorno e stare svegli di notte.

Anche il rapporto con il cibo viene alterato. Si passa dal digiuno più totale, con la mancanza di appetito, a momenti di fame eccessiva. Si inizia a non avere cura della propria alimentazione e gli orari dei pasti subiscono variazioni costanti.

Come combattere la depressione

La depressione è una patologia che necessita di un supporto medico. Questo va detto perché si tratta di una malattia seria, a cui spesso non si può rimediare con dei semplici consigli. Ci sono comunque dei rimedi per fronteggiarla con più serenità. Vediamone qualcuno.

  • È importante forzarsi per mantenere una regolarità nelle proprie attività quotidiane. Specialmente per quanto riguarda il sonno, bisogna riuscire a dormire almeno 7 ore per notte, evitando di ritardare il momento dell’addormentamento.
  • Concedetevi delle attività che mantengono in movimento il corpo. Basta anche solo passeggiare mezz’ora al giorno per indurre l’organismo a produrre le endorfine, gli ormoni responsabili del buon umore. Scegliete luoghi rilassanti, magari immersi nel verde.
  • Aiutate l’organismo con gli ingredienti naturali che migliorano l’umore. Esistono estratti totalmente naturali che agiscono positivamente sullo stato del nostro umore, che ci permettono di evitare gli psicofarmaci e di indurre ad uno stato fisico e mentale più positivo. Prova l’erba di San Giovanni, un’ottima soluzione per migliorare l’umore.

Ricorda che la depressione non va sottovalutata o, peggio ancora, ignorata. Parlane con uno specialista e segui i nostri consigli.

linee e prodotti consigliati
Relaxerbe gocce
Relaxerbe naturcaps

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.