ESI Quality since 1975

Stress e sistema immunitario: scopri il peggior nemico delle nostre difese

5 min
di ESI

Stress e sistema immunitario: scopri perché può essere il peggior nemico per le difese del nostro organismo. Lo stress di questo particolare momento è dovuto principalmente all'ansia di ammalarsi e di perdere il lavoro. Si tratta di un meccanismo di difesa del corpo con il quale si deve imparare a convivere in alcuni momenti della vita. Tuttavia si può intervenire con integratori fitoterapici adeguati che aiutano a ristabilire l'equilibrio laddove si sono formati scompensi e ad aumentare le difese immunitarie per proteggersi da eventuali contagi.

Stress e sintomi influenzali

Gli impegni sempre impellenti, l'impossibilità di svolgere in modo normale alcune attività, la paura di non superare questo momento difficile e l'adattamento ai nuovi ritmi hanno portato a un notevole aumento di stress. Non è un caso che tosse e raffreddore si ripresentino in maniera continuativa quest'anno. Questi sintomi fisici, tipici dell’influenza, infatti, sono strettamente correlati all’aumento di stress.

Lo stato di tensione mentale dovuto ai problemi quotidiani lavorativi, personali o sociali è spesso identificato come fattore scatenante delle malattie più comuni. E’ proprio lo stress la causa principale da cui è necessario liberarsi per poter vivere una vita serena e rilassata anche in momenti particolari come quelli che stiamo vivendo in questo periodo.

Come lo stress agisce sul sistema immunitario

Le situazioni che portano le persone a subire una forzatura innaturale come può essere una chiusura in casa per un lungo periodo o la paura di ammalarsi, portano a una forte tensione. Tale condizione tensiva non riguarda solamente il corpo, ma anche la mente. In questo caso si parla di stress.

Bisogna anche dire che il meccanismo che provoca lo stress nasce come difesa, se non addirittura sopravvivenza. La tensione mentale risale alla preistoria ed è nota anche come reazione di attacco. Si tratta di un segnale di allarme che interviene in una situazione di pericolo reale. Anticamente si scatenava nel momento in cui l'uomo vedeva un animale feroce e quindi si trovava in una situazione da cui doveva fuggire velocemente. In quel caso lo stress accorciava i tempi di reazione permettendo al soggetto di reagire rapidamente alla scarica di adrenalina.

Esiste però, anche uno stress buono, ovvero la sensazione che precede un evento per noi importante come un esame scolastico, un colloquio di lavoro, l'entrata sul palco per uno spettacolo. In questo caso lo stress ci aiuta fornendo una scarica di energia che sostiene la persona durante la performance.

Quindi perché lo stress agisce sul sistema immunitario? La tensione mentale si può definire come una condizione dinamica estremamente complessa in cui l'equilibrio della persona viene minacciato. Questa situazione è data dall'esposizione a elementi psicologici, fisici e immunologici che vanno oltre il limite omeostatico che provoca una specifica reazione allo stress.

L'attivazione del sistema nervoso simpatico oltre che dell'ipotalamo, dell'ipofisi e del surrene, porta a un aumento del livello di glucosio. La conseguenza è un abbassamento della difesa immunitaria e un aumento del metabolismo di materia grassa e proteine. Le situazioni che portano tensione emotiva e mentale agiscono anche a livello intestinale apportando cambiamenti alla flora batterica buona e influenzando il sistema immunitario.

L’insonnia come risposta ai periodi stressanti

I periodi di forte tensione emotiva e di vera e propria paura per la salute o la situazione economica e familiare, portano le persone a subire una condizione di stress notevole. Basti pensare che il sonno è strettamente collegato con l'emotività e la psiche per comprendere come possano agire in modo negativo sul riposo notturno.

Ansia e stress riescono ad attivare alcuni meccanismi che agiscono a livello ormonale e impediscono il rilassamento psicofisico tale da permettere di dormire serenamente. Inoltre questa situazione di alta tensione impedisce al cortisolo di abbassarsi nelle ore serali come avviene in situazioni normali. L'eccitazione data dalla tensione impedisce quindi di mettere corpo e mente in una condizione di rilassamento tale da poter dormire e riposare tutta la notte.

In questo periodo, l'insonnia ha colpito moltissime persone portando poi ad una stanchezza e apatia generalizzata durante il giorno. Questa condizione, oltre a impedire le normali funzioni quotidiane, indebolisce il corpo rendendolo più attaccabile dagli agenti esterni. Per sopperire a tale disequilibrio ci vengono incontro gli integratori alimentari studiati per rinforzare le difese immunitarie dell'organismo, oltre che rilassare mente e corpo permettendo un giusto riposo notturno.

linee e prodotti consigliati
NoDep 700
NoDep 700 gocce
Relaxerbe gocce
Relaxerbe naturcaps
Melatonin Pura Activ
Melatonin Pura gocce con Erbe della Notte

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.