ESI Quality since 1975

Melatonina e valeriana per affrontare il jet lag

8 min
di ESI

Melatonina e valeriana per affrontare il jet lag, sì o no? Assolutamente sì! Grazie alle proprietà degli integratori che le contengono, contribuiscono a ridurre il tempo di addormentamento e alleviano gli effetti del jet lag.

L’attenzione agli integratori naturali per risolvere la sindrome del fuso orario è cresciuta notevolmente negli ultimi anni, al punto che in molti si chiedono se il ricorso a melatonina e valeriana per affrontare il jet lag sia una valida soluzione. Chi è abituato a viaggiare per turismo o per motivi professionali, d’altronde, è ben consapevole di quanto stanchezza ed insonnia complichino le cose, quando si tratta di godersi la vacanza e il meritato relax.

Ciò che differenzia gli integratori a base di valeriana e di melatonina è che hanno proprietà calmanti. Di fatto, si confermano estremamente utili per fronteggiare al meglio i viaggi più lunghi.

Ma che cos’è il Jet Lag? 

Si tratta della cosiddetta sindrome da fuso orario che precisamente può essere definita come quella condizione clinica causata dall’attraversamento di più di due fusi orari. Il problema si verifica di frequente quando si deve affrontare un lungo viaggio in aereo. 

Il risultato più comune è l’alterazione di specifiche condizioni biologiche, da cui il corretto funzionamento del sistema biologico e la salute del sistema nervoso dipendono fortemente. Il ritmo sonno-veglia, infatti, è regolato dall’orologio biologico presente in ogni individuo. Lo stesso discorso è valevole anche per le variazioni della temperatura corporea ed i ritmi di secrezione del cortisolo.

In che modo melatonina e valeriana si dimostrano utili per contrastare la sindrome del jet lag?

A causa della sfasatura dell’orologio interno, i ritmi cicardiani ne risentono negativamente: stanchezza, sonnolenza, insonnia, nervosismo e, nei casi più gravi, problemi di natura gastro-intestinale, sono purtroppo i sintomi più frequenti.

Gli integratori naturali contenenti valeriana e melatonina si dimostrano ottimi alleati in quanto ripristinano nel tempo più breve possibile l’andamento normale dei ritmi cicardiani. In questo modo i sintomi della sindrome del fuso orario non degenerano.

Se non si prendono le giuste precauzioni lo stato di malessere causato dal jet lag può durare per diversi giorni. Nel momento in cui si compie una lunga traversata intercontinentale, se non la si fronteggia nella maniera corretta, vedersela con una forte emicrania, un evidente abbassamento della vista e notevoli difficoltà motorie, risulta così un ostacolo che impedisce di godersi il viaggio ed il soggiorno, perché il normale svolgimento delle attività giornaliere ne risente.

Pertanto melatonina e valeriana per affrontare il jet lag, sotto forma di integratori naturali, sono il miglior alleato per ripristinare il corretto equilibrio sonno-veglia.

Le proprietà della valeriana nello stress post-viaggio

La valeriana è un calmante naturale che ha proprietà sedative e anti-stress. Non è un caso se spesso gli addetti ai lavori suggeriscono integratori alla valeriana in sostituzione delle terapie farmacologiche, quando ci sono da regolare i normali ritmi del sonno e gli effetti collaterali, come gli stati ansiosi e l’insonnia.

Agendo direttamente sui recettori del sistema nervoso, chi viaggia ha maggiori possibilità di addormentarsi in maniera più immediata. Se ciò è fattibile, il merito spetta di diritto ai principi attivi che la valeriana contiene. Su tutti, l’acido valerenico e i flavonoidi, contraddistinti da un deciso influsso benefico sul neurotrasmettitore "GABA" (gamma-aminobutirrato), principale responsabile del sonno.

Ma i pregi di questa pianta non finiscono qui. L’elevata presenza di tannini è in grado di contrastare in maniera efficace i disturbi gastro-intestinali, prevalentemente di tipo nervoso, oltre agli spasmi addominali. Le proprietà ipnotiche e rilassanti, infine, rasserenano la mente.

Nei casi meno gravi di sindrome da fuso orario, basta bere tutte le sere del soggiorno un infuso caldo a base di valeriana. Quando? 30 minuti prima di andare a dormire. La preparazione è semplicissima: è sufficiente lasciare in infusione per 10 minuti un cucchiaio di radice di valeriana in una tazza contenente acqua bollente. 

In alternativa, sono sufficienti anche una o due compresse di valeriana per alleviare tutti i sintomi da jet lag, in modo da predisporsi al sonno nella maniera ottimale. Chi desidera avere un effetto più veloce, può optare per la valeriana in gocce: ne bastano una ventina, rigorosamente diluite in acqua.

Per alleviare i disturbi del jet lag, non c’è solo la valeriana, ma anche la melatonina

La somministrazione di melatonina è davvero eccellente per attenuare i sintomi della sindrome da fuso orario. L’effetto ristorativo sul corpo è davvero notevole, visto che viene ripristinata la sincronia tra l’ora solare e l’ora biologica.

L’azione della melatonina si rivela ottimale per contrastare spossatezza, emicrania, nausea, scarsa concentrazione, sonnolenza acuta e lentezza nei movimenti. Tutti sintomi tipici causati dal jet lag. È preferibile assumerla soprattutto se si viaggia verso est, in quanto per l’organismo risulta più facile ritardare i ritmi cicardiani. Lo stesso, infatti, non si può dire per ciò che concerne la possibilità di andare avanti con il tempo.

Quando è opportuno prendere melatonina? La risposta al suddetto interrogativo è "dipende". Se si vola verso est, è preferibile assumere la melatonina in serata, poche ore prima di coricarsi. Due o tre ore dopo il risveglio, invece, se si vola verso ovest.

Sono presente differenti modalità per assumere la melatonina. Le gocce di melatonina ad esempio, facilitano l’assorbimento, rendendolo ancora più efficace e rapido. Gli estratti vegetali dell’integratore invece, hanno un’azione anti-ossidante decisamente considerevole. 

Quello che occorre per contrastare la minaccia dei radicali liberi. Infine, le compresse a base di melatonina sono di estrema utilità per favorire il ritmo sonno-veglia.

La differenza tra melatonina e valeriana

Alla base di quanto indicato la differenza basilare tra la melatonina e la valeriana è che la prima è un ormone che il corpo umano produce in maniera naturale per regolare e favorire il sonno, mentre la seconda è un rimedio esterno di origine vegetale. Gli effetti di melatonina e valeriana, quando si tratta di fronteggiare lunghe trasvolate internazionali sono nel complesso simili.

Usare in combinazione la melatonina e la valeriana per affrontare il jet lag si può. Combinare la melatonina e la valeriana è possibile, al fine di dormire sonni tranquilli, evitando l’ansia di passare le tanto temute notti in bianco, dove l’ansia e l’angoscia la fanno da padrone, impedendo di dormire bene.

Se stai cercando soluzioni per contrastare la sindrome da fuso orario, non c’è dubbio che valeriana e melatonina per affrontare il jet lag siano un vero e proprio toccasana, dato che riportano sia la mente che il corpo allo stato ottimale di efficienza, migliorando l’umore e garantendo il veloce recupero delle energie.

linee e prodotti consigliati
Melatonin Pura Activ
Melatonin Pura Fast
Melatonin Pura gocce
Melatonin Pura gocce con Erbe della Notte

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.