ESI Quality since 1975

Come dormire in aereo: trucchi e consigli per riposare in quota

8 min
di ESI

Viaggio di lavoro o vacanza che sia, soprattutto per tratte medio lunghe, riposare bene in aereo rappresenta un grosso aiuto per poter affrontare in serenità le giornate lontani da casa. In questo articolo ti daremo alcuni consigli e trucchi su come dormire in aereo e ti faremo scoprire un valido alleato per poter godere di un sonno ristoratore durante il tuo volo: la melatonina pura.

Questa sostanza, assolutamente naturale prodotta autonomamente dall'organismo e importantissima per la regolazione del processo veglia-sonno, rappresenta infatti il miglior supporto naturale per rendere piacevoli le ore trascorse in alta quota in un ambiente notoriamente non idoneo a tranquille ore tra le braccia di Morfeo. Ma non solo, grazie ai prodotti di origine naturale si potrà evitare di assumere medicinali che possono provocare effetti collaterali.

La melatonina pura: la tua alleata per dormire in aereo

E a questo punto la domanda sorgerà spontanea: ma se la melatonina viene prodotta naturalmente dall'organismo umano, perché dovrebbe essere necessario assumere degli integratori per poter dormire in aereo e, nel caso di viaggi molto lunghi, per diminuire anche gli effetti indesiderati del jet-lag?

La produzione di melatonina da parte dell'epifisi, una piccola ghiandola presente nel cervello, varia in maniera molto soggettiva sia a seconda dell'età (diminuisce con il passare degli anni, soprattutto in età avanzata), sia a seconda di altre caratteristiche biologiche. Consideriamo poi che l'aereo non è certamente il luogo più adatto per dormire, a causa dei tanti fattori in grado di disturbare il riposo.

Ecco quindi che proprio in questi frangenti, gli integratori a base di melatonina pura diventano un supporto eccezionale per poter mantenere uno stato di benessere psicofisico e la giusta tranquillità per poter riprendere il sonno interrotto.

Con il giusto integratore a base di melatonina pura, affiancato ad alcuni consigli su come dormire in aereo, per rendere il più efficace possibile l'integratore stesso, tutti gli ostacoli che impediscono di dormire tranquillamente in aereo potranno essere superati più agevolmente.

Come dormire in aereo? 8 consigli per un sonno rigenerante

Se stai cercando una rapida guida su quali piccoli accorgimenti utilizzare per poter creare una condizione adatta a favorire qualche ora di sonno ristoratore durante il tuo volo, ecco 8 semplici consigli da seguire.

1. Scegliere il posto con cura

Innanzitutto è molto importante la scelta del posto. Il consiglio è quello di prenotare con anticipo il volo per poter avere maggiori possibilità di scelta. Per evitare di doversi alzare per far passare altri passeggeri diretti in bagno, il sedile accanto al finestrino è sempre consigliato. Mentre per poter allungare le gambe meglio scegliere i sedili in testa all'aereo o a metà del velivolo, in corrispondenza delle uscite di sicurezza, dove lo spazio antistante è maggiore e lo stress per gli arti inferiore molto meno intenso. Meglio evitare invece, la parte posteriore dell'aeromobile, in quanto generalmente più rumorosa e maggiormente sottoposta alle vibrazioni del volo e a quelle delle turbolenze.

2. Seguire la propria routine

Fondamentale, è cercare di mettersi il più possibile a proprio agio, portando con sé oggetti familiari legati alla propria routine di riposo quotidiana. Che sia la lettura di un libro, la playlist musicale preferita, una tisana o un abbigliamento comodo, replicare in alta quota lo stesso rituale casalingo prima di andare a dormire può aiutare a rilassarsi e a prendere sonno più facilmente.

3. Attenzione alle temperature

Da non dimenticare che la temperatura durante il volo è più bassa, quindi cercare di dormire in pantaloncini e canotta potrebbe essere difficile anche con la copertina fornita dalla compagnia aerea. Meglio optare per un abbigliamento comodo e caldo come una tuta e una sciarpa estiva per evitare spiacevoli inconvenienti con l’aria condizionata.

4. Adottare la posizione più comoda

Le gambe accavallate possono sembrare inizialmente una posizione molto comoda, ma con il passare del tempo, tenderanno a ostacolare la circolazione sanguigna e provocheranno stress ai muscoli a causa del disallineamento della parte superiore con quella inferiore. Molto meglio adottare una posizione con le gambe dritte, oppure sdraiarsi su un fianco con le spalle contro il sedile.

Reclinare il sedile permette di ridurre la pressione sulla spina dorsale e di conseguenza rilassarci maggiormente. Anche l’utilizzo di un cuscino lombare, aiuterà parecchio ad adottare una posizione comoda. Utilizzare anche i braccioli di sostegno favorisce la vostra circolazione.

5. Spegnere le fonti luminose

Spegnere qualsiasi fonte luminosa, soprattutto quelle derivanti dagli schermi dei display dei sedili, o dei nostri tablet, pc e smartphone. La loro luminosità influisce sulla produzione di melatonina, ostacolandola e rendendoci meno inclini al sonno. Se ciò non fosse abbastanza, usare le apposite mascherine per dormire può essere utile.

6. Evitare l’utilizzo di sonniferi

Utilizzare farmaci per addormentarsi, anche se permette di ottenere l’effetto desiderato, al risveglio può provocare la sensazione di essere leggermente storditi. Meglio quindi prediligere l’uso di integratori naturali a base di melatonina e valeriana. Se già sappiamo di avere difficoltà ad addormentarsi, si consiglia l’assunzione prima dell’imbarco.

7. Abituarsi al fuso orario

In caso di attraversamento di fusi orari, impostare l’orologio già all’ora della destinazione e svolgere di conseguenza le proprie abitudini. Se doveste aver voglia di mangiare qualcosa, ma di solito a “quell’ora” (quella della destinazione finale) non lo fate, allora evitate. In questo modo sarà più semplice superare il jet-lag e sincronizzare il proprio corpo con le normali abitudini.

8. Evitare alcol e cibi pesanti

Qualche consiglio anche sul fronte alimentare. In primo luogo, evitare caffè e altre bevande contenenti sostanze eccitanti, come energy drink o alcol. In secondo luogo, optare per un pasto il più leggero possibile, in grado di poter coadiuvare il sonno senza quel senso di pesantezza che cibi più grassi potrebbero produrre. Il corpo impegnato in una lotta contro la digestione non sarà molto propenso a prendere sonno.

A destinazione freschi e riposati!

Utilizzando questi o almeno la maggior parte degli accorgimenti suggeriti, un integratore a base di melatonina pura può rappresentare la classica ciliegina sulla torta per poter arrivare a destinazione freschi e riposati, anche dopo un volo di molte ore. Cos'altro dire se non buon viaggio e buon volo!

linee e prodotti consigliati
Melatonin Pura Activ
Melatonin Pura gocce
Melatonin Pura gocce con Erbe della Notte
Melatonin Pura Retard
Melatonin Pura Spray
Melatonina Pura microtavolette

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.