ESI Quality since 1975

Abbuffate natalizie: i cibi più dannosi per la pelle

4 min
di ESI

“L’uomo è ciò che mangia”. Scriveva il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, sostenendo che l’alimentazione incidesse non solo sulla salute degli individui, ma anche sulla loro cultura, sul loro carattere e aspetto. Per migliorare questi aspetti, riteneva bisognasse adottare scelte alimentari adeguate. Nonostante l’idea avesse alla base più fondamenta filosofiche che scientifiche, l’intellettuale tedesco non si è discostato molto dalle conoscenze mediche di oggi: l’alimentazione incide non solo sulla salute dell’organismo, ma anche sull’estetica. Infatti i primi segni di un’alimentazione sbagliata compaiono proprio sul derma, con la comparsa di macchie cutanee, brufoli e punti neri.

I cibi dannosi per la pelle

Le feste natalizie si avvicinano, e tutti quanti ci stiamo preparando a un lungo periodo di cene e pranzi in famiglia o con amici, all’insegna della buona compagnia e del buon cibo. È molto probabile però che si esageri con cibi non sempre leggeri, spesso ricchi di zuccheri e grassi e che vanno ad incidere inevitabilmente sull’aspetto della pelle. Ecco alcuni cibi con cui è meglio non esagerare:

  • Cibi precotti: il classico cotechino di capodanno è un alimento che appartiene alla tradizione delle feste natalizie. Si tratta di un alimento precotto e che necessita soltanto di una breve cottura finale. È sempre meglio non esagerare con alimenti di questo genere. Oltre alla grande quantità di grassi (come nel caso del cotechino), i cibi precotti sono impoveriti delle sostanze nutritive originali dell’alimento. In particolar modo di vitamine, sali minerali e proteine, fondamentali per il buono stato dell’organismo e della pelle, lasciando spazio a sostanze chimiche necessarie per la loro conservazione e che incidono negativamente sull’aspetto del derma.
  • I dolci: panettoni, pandori, cioccolata e meringhe. Le nostre case nel periodo natalizio sono invase dai dolci, quasi tutti accomunati da una caratteristica: la presenza di saccarosio. Questo zucchero raffinato, estratto principalmente dalle barbabietole da zucchero, non ha un buon influsso sulla pelle. Infatti già dal giorno dopo un suo eccessivo consumo possono comparire dei segni sulla pelle. Scegliete dolci meno zuccherati e che siano stati prodotti con dolcificanti alternativi. Come il fruttosio o ancora meglio il miele, il dolcificante naturale ricco di sostanze nutritive che fanno bene all’organismo.
  • Cibi fritti: “fritto è buono anche il cartone” dice un vecchio detto. La verità è che il fritto piace a molti, ma il motivo per cui molti ne vanno ghiotti è lo stesso che lo rende così dannoso non solo per la pelle, ma per la salute in generale. Gli oli insaturi della frittura presentano molte tossine di difficile smaltimento, rallentando l’attività epatica e facilitando l’accumulo di scorie nell’organismo. I cibi fritti oltre che causare un’eccessiva formazione di forfora grassa, inducono la formazione di brufoli e macchie sulla pelle del viso.

Quando la pelle sembra troppo danneggiata

Certo in inverno non ci sono solo i cibi pesanti che possono danneggiare la pelle. Basse temperature, esposizione a correnti fredde e raffreddori possono provocare screpolature, macchie cutanee e un colorito più spento. Per migliorare la salute e l’aspetto della cute, prova integratori a base di collagene in grado di rinnovare sensibilmente non solo la lucentezza, ma anche la resistenza e la salute della pelle.

linee e prodotti consigliati
Biocollagenix - integratore antiage da bere
Aloedermal Crema Mani
Aloedermal Crema Viso
Aloedermal Crema Antirughe

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.