ESI Quality since 1975

Insonnia: rimedi naturali e consigli per dormire bene

8 min
di ESI

Il termine insonnia viene spesso utilizzato impropriamente per indicare diversi disturbi del sonno, il sonno leggero e la difficoltà ad addormentarsi. In realtà si può parlare di insonnia solo di fronte a determinate caratteristiche, che durano costantemente per un lungo periodo di tempo e causano seri problemi fisici e mentali.

Per determinare un reale disturbo del sonno, bisogna prima stabilire una durata del sonno ottimale standard. Nella pratica però è difficile identificare quante ore dobbiamo dormire dato che si tratta di un aspetto estremamente individuale che varia da persona a persona. Possiamo dunque affermare che per capire se si offre di insonnia è importante analizzare la qualità del sonno piuttosto che la quantità.

Vi sono soggetti che necessitano di poche ore di sonno e altri, invece, che hanno di bisogno di dormire di più per poter restare in salute. E’ un fatto noto che con l’avanzare dell’età l’esigenza di dormire diminuisca e anche le caratteristiche psicologiche e caratteriali influenzano questo aspetto. E’ stato dimostrato che chi ha un carattere più estroverso, attivo e sicuro di sé generalmente ha bisogno di dormire di meno, rispetto ad una persona introversa, nevrotica e pessimista che tende invece a dormire per tempi più lunghi.

Quante ore al giorno bisogna dormire?

Sfatiamo subito le 8 ore per notte. Spesso infatti l’insonnia o altri disturbi del sonno vengono associati a poche ore di sonno per notte, ma in realtà come abbiamo spiegato poco fa, esistono soggetti che necessitano di dormire solo poche ore. Alcune persone pur dormendo 4 o 5 ore al giorno si sentono riposate come chi ne ha dormite 9. 

Il punto non è quante ore dormi, ma se le ore di sonno sono sufficienti per il tuo corpo e la tua mente per sentirti in salute. E’ fondamentale imparare a conoscere le proprie esigenze e rispettarle per evitare forme di stress: ad esempio, è inutile imporsi di andare a dormire presto la sera se poi non riesci ad addormentarti rischiando di farti prendere dall’ansia.

Quindi: soffro d’insonnia, sì o no? Capire se si soffre di insonnia è relativamente semplice: se il giorno successivo non ti senti riposato allora potresti soffrire di un disturbo del sonno.

Un tempo minimo di sonno è fondamentale

Gli studiosi hanno stabilito che esiste un tempo minimo di sonno indispensabile per restare in salute, equivalente ad almeno 2 ore per notte.  Un’attenzione a parte merita il cosiddetto sonnellino pomeridiano: è sicuramente una fonte di piacere, ma non può sostituire le ore di sonno notturne.

Non pensate però che dormire tanto faccio bene! L’orologio biologico stabilisce anche il numero massimo di ore da dedicare al sonno pari a 15 ore consecutive al giorno. Anche dormire troppo è sintomo di un disturbo e un campanello dall’allarme da non sottovalutare.

Caratteristiche dell’insonnia e i rimedi naturali per dormire bene

L’insonnia è un disturbo o meglio un sintomo che segnala un’alterazione dell’organismo. Le cause dell’insonnia sono numerose e può insorgere a seguito di un trauma, un periodo di forte stress e ansia o a causa di un disturbo a livello biologico (a questo proposito leggi anche l’articolo sulla Melatonina).

In base alle sue caratteristiche, si possono distinguere tre tipi di insonnia:

  1. Insonnia transitoria, quando una forte eccitazione esterna, come una cattiva notizia, il cambio di fuso orario, un forte rumore o un brutto raffreddore, causa un disturbo al normale ritmo dell’orologio biologico. Solitamente, rimosso il problema all’origine, anche l’insonnia viene risolta.
  2. L’insonnia cronica è quella abituale e presente a lungo termine. Chi è affetto da questa tipologia ha difficoltà iniziale ad addormentarsi, o ha continui risvegli a causa del sonno leggero, che lasciano in la sensazione di non essersi mai addormentato.
  3. L’insonnia a breve termine: come suggerisce il termine questo tipo di insonnia dura poco tempo, al massimo qualche settimana, e ha spesso origini emotive.

I rimedi naturali per chi soffre di insonnia

Nei casi più gravi d’insonnia, con cause psicologiche e patologiche, è bene rivolgersi a uno psicoterapeuta o a un terapista del sonno. Erbe officinali e integratori di melatonina vengono in aiuto nei casi di insonnia a breve termine o transitoria, ma anche come ulteriore supporto nei casi di disturbi del sonno più gravi.

Per assumere le erbe officinali occorre saper scegliere quella adatta al proprio disturbo, ogni pianta infatti agisce su una causa e su sintomi specifici. In generale lo scopo delle erbe o i rimedi che aiutano a dormire è quello di stimolare il rilassamento mentale e fisico, ridurre gli stati d’ansia e di angoscia, fino a conciliare la prima fase del sonno. Ogni pianta può essere utilizzata da sola o abbinata ad altre piante per potenziarne l’efficacia. Biancospino, margherita e luppolo sono solo alcune delle erbe utilizzate per ridurre i disturbi del sonno. Per approfondire questo argomento leggi anche Le erbe che aiutano a curare i disturbi del sonno.

Anche integratori alimentari di vitamina B6 e magnesio sono utili per regolare il ciclo del sonno. Questi elementi infatti agiscono per mantenere il normale funzionamento del sistema nervoso favorendo le fasi di rilassamento e regolando l’orologio biologico.

Infine, assumere della melatonina pura può essere il rimedio naturale adatto per risolvere i casi di insonnia derivati da un abbassamento della concentrazione di questo ormone nel corpo. Riportare alla normalità i livelli di melatonina presenti nel sangue attraverso un integratore naturale può essere la soluzione ai disturbi del sonno derivanti da cambi di fusi orari, viaggi frequenti o per chi soffre di “sindrome da carenza di melatonina”.

 Il nostro consiglio

Prima di andare a dormire fatti un bella doccia calda per rilassare i muscoli del corpo e farti avvolgere dalla sensazione di torpore che lascia il vapore dell’acqua calda. Preparati una tisana con erbe officinali rilassanti selezionate insieme al tuo erborista oppure prova ad aggiungere qualche goccia di un integratore composto da vitamine, erbe o sostanze dal potere rilassante in un bicchiere d’acqua. Se vuoi ridurre il tempo per prendere sonno, invece, prova ad assumere poco prima di andare a dormire un integratore di melatonina pura.

 

 

linee e prodotti consigliati
Melatonin Pura gocce con Erbe della Notte
Melatonin Pura Fast
Melatonin Pura Activ
Melatonin Pura Retard

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.