ESI Quality since 1975

Tutti in vacanza! Ecco il kit del viaggiatore

9 min
di Emanuela Caorsi

Le vacanze sono finalmente alle porte e qualunque sia la vostra destinazione, la cosa più importante è rilassarsi e ricaricare le pile.

Le vacanze sono un momento meraviglioso per tutti e per viverle al meglio, vogliamo darvi dei preziosi consigli per rispondere alle domande che tante persone si fanno prima della partenza:

E se mi ammalo? Cosa faccio?
E se prendo troppi chili in vacanza?

Andiamo con ordine.

Il perfetto kit del viaggiatore

Sia che andiate al mare o in montagna, sia che mettiate in valigia costume e infradito o giacca pesante e scarponi, l’unica cosa che non deve mancare è un “kit di primo soccorso” che non ha nulla a che fare con la valigetta con la croce rossa disegnata sopra che molti di voi stanno immaginando, ma è più una semplice bustina con dentro alcune cose che possono tornarvi utili quando viaggiate. Apriamola insieme e scopriamo cosa c’è all’interno:

  • PROBIOTICI

E’ importantissimo portare sempre con sé dei probiotici perché l’alimentazione diversa e qualche sgarro in più che giustamente ci concediamo possono comprometterne l’equilibrio della nostra flora batterica. Prendere regolarmente probiotici durante la vacanza favorisce il benessere del nostro intestino e, inoltre, dà una sferzata al nostro sistema immunitario.
Per chi soffre di “stitichezza da vacanza”, assumere regolarmente probiotici può essere di grande aiuto. Fermental Forte di ESI può essere un ottimo alleato del vostro intestino in vacanza.

  • ANTIBATTERICO NATURALE PER USO INTERNO

Se viaggiate in Paesi Asiatici è sempre buona abitudine avere con sé (o addirittura prendere per tutta la durata del viaggio) un antibatterico naturale come Batteril 900 di ESI contenente estratto di semi di pompelmo e tea tree oil. In questo ridurrete al minimo la possibilità di avere fastidi intestinali che spesso rovinano le vacanze di chi fa viaggi in quei Paesi meravigliosi.

  • CRANBERRY

Visto che in vacanza la flora batterica intestinale può facilmente scombussolarsi, è possibile che la cistite faccia capolino, soprattutto se siete soliti soffrine. Portare con voi o prendere regolarmente per la durata del viaggio un integratore a base di cranberry come Cranberry Cyst di ESI può essere un aiuto prezioso.

  • LASSATIVO NATURALE

Viaggiare è bellissimo, ma per tante persone significa non andare in bagno a volte anche per una settimana e questo, oltre a non fare affatto bene, crea disagio e fastidi. Per evitare di sentirsi infastiditi e irritabili, portare con sé un lassativo naturale come Le 10 Erbe di ESI può davvero cambiare la vostra vacanza. A volte basta solo “sbloccare la situazione” per ritrovare la propria regolarità e non ha senso aspettare di ritornare a casa per ritrovarla!

  • ANTIBATTERICO NATURALE PER USO ESTERNO

Portare con sé un antibatterico naturale per uso esterno come il Tea Tree Oil di ESI è davvero fondamentale: da applicare su punture, piccole ferite o tagli è perfetto per limitare al massimo la possibilità che si sviluppino infezioni. Basterà applicarlo puro direttamente sulla zona interessata. Brucerà un po’, ma è davvero fantastico!

  • ANTI PUNTURE DI ZANZARA

Per chi ha il famoso “sangue dolce” le zanzare sono un incubo ed è imprescindibile tenerle alla larga. Ecco perché avere con sé Mosquito Block di ESI è davvero fondamentale.

Come mangiare in vacanza?

Partiamo dal presupposto che in vacanza è assolutamente normale concedersi qualche sgarro e, anzi, sarebbe un po’ sciocco non farlo! Ci mettiamo sempre così tanti paletti e restrizioni durante l’anno che anche se ci lasciamo un po’ andare durante le vacanze non succede nulla.

Detto ciò, però, è anche vero che uno sgarro oggi e uno domani, rischiamo di non sentirci proprio al top: è bello concedersi un gelato, un cocktail o un dolce al ristorante purché non ci creino fastidi come pancia gonfia, stanchezza o mal di testa.

Alcuni consigli

Bastano piccoli accorgimenti per non vanificare i tanti sforzi fatti durante l’anno per arrivare in forma all’estate e, soprattutto, per far sì che gli sgarri non implichino un non stare bene.

  • Concediti uno sgarro al giorno (massimo due!)

Se decidi di iniziare la giornata con cappuccino e brioche, cerca di optare per un pranzo più leggero come del pesce alla griglia con verdure, un’insalata di mare, un’insalata di riso (se possibile integrale) con verdure (senza maionese o altre salse) o un’insalatona con del tonno o un uovo sodo (meglio evitare le classiche insalatone con mozzarella, uovo e tonno: tre proteine di origine animale nello stesso pasto sono parecchio difficili da digerire!).

Se decidi di mangiare un gelato, evita di prendere il dolce a cena se vai al ristorante.
Se vuoi bere un cocktail dopo cena, evita di prendere il dolce al ristorante e prediligi un secondo piatto con pesce o carne e verdure piuttosto che un primo piatto.

  • Non fare l’errore di pranzare con sola frutta

La frutta è ottima, ma consumarne troppa non è il massimo. La frutta è ricca di zuccheri e oltre a non saziare e a creare picchi glicemici (e conseguenti cali facendoti sentire stanca e spossata) rischia di farti mettere su più chiletti di quanto non farebbe un bel piatto bilanciato contenente carboidrati, proteine e grassi. Un’insalata di riso integrale, ceci, pomodori, rucola e avocado condita con succo di limone e un pochino di olio extravergine di oliva è decisamente meglio e ti garantisce di arrivare a cena senza avere troppa fame.

  • Aperitivo sì, ma con moderazione!

L’aperitivo è forse lo sgarro peggiore. Con questo non voglio dire che non dobbiate concedervelo, ma di farlo con qualche accorgimento. Il problema dell’aperitivo è che sotto un nome si nascondono più sgarri: l’alcolico (o anche un analcolico alla frutta che spesso è ricco di zucchero), le patatine, le noccioline, i salatini e chi più ne ha più ne metta. Se volete fare attenzione alla linea, ma non volete rinunciare a un cocktail prediligete un superalcolico unito ad un succo di pompelmo senza zuccheri aggiunti ad esempio e buttatevi sulle carote che spesso si trovano agli aperitivi.

  • Schiscetta anche in vacanza!

Se vi è possibile, preparate un pranzo semplice a casa come un’insalata di riso integrale o di farro o orzo e verdure o anche un semplice panino fatto con pane integrale o di farro con pomodoro e mozzarella di bufala è certamente molto meglio che affidarsi sempre ai bar. Oltre a risparmiare parecchio potete anche controllare meglio ciò che mangiate scegliendo quello che vi fa più piacere e che sapete digerite bene.

Non preoccupatevi troppo, però! E ricordatevi che spesso i chili presi in vacanza sono per lo più dovuti alla ritenzione di liquidi. Vi basterà tornare alla vostra routine alimentare (senza alcuna restrizione!) e di esercizio fisico per tornare in forma in breve tempo.Tutti 

linee e prodotti consigliati
Fermental Forte bustine
Cranberry Cyst ovalette
Mosquito Stick dopopuntura
Le Dieci Erbe + Forte
Batteril 900
Tea Tree Remedy Oil

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.