ESI Quality since 1975

Trova il punto vendita

Loading…

Costipazione e stitichezza? Ecco qualche consiglio per risolvere questo problema

Rimedia all’intestino pigro con erbe e fibra alimentare

La stitichezza è una condizione cronica o momentanea che colpisce buona parte della popolazione. I sintomi correlati sono diversi: al gonfiore intestinale sono spesso accompagnati dolori addominali, difficoltà nell’evacuazione e nella digestione degli alimenti. In generale la stitichezza (o stipsi) è caratterizzata da una cattiva attività dell’apparato gastrointestinale, dalla fase digestiva iniziale fino all’espulsione delle feci nell’ultimo tratto dell’intestino.

Chi può soffrire di stitichezza?

Nonostante siano le donne più soggette ad avere problemi di stitichezza, la costipazione è un problema che può colpire indistintamente individui di entrambi i sessi e di qualsiasi età. Anche se non viene considerata come una vera e propria patologia debilitante, se non è contrastata può indurre a problemi di altra natura. Infatti l’intestino rischia di irritarsi a causa della mancata evacuazione, causando a lungo andare un deterioramento dei villi intestinali e complicando il corretto assorbimento dei nutrienti necessari per la salute dell’organismo.

Le cause della costipazione

Alla base dei problemi di stitichezza c’è una non corretta idratazione dell’ultimo tratto intestinale. Infatti la presenza d’acqua nell’intestino è fondamentale per la regolarità intestinale e per l’evacuazione delle feci. Certamente la presenza più o meno sufficiente d’acqua nell’intestino dipende da diversi fattori quali alimentazione, assunzione di farmaci ed esercizio fisico.

La movimentazione intestinale che porta all’espulsione delle feci è indotta dalla bile, quindi la ridotta produzione di questa sostanza da parte del fegato può causare stipsi e difficoltà nell’attività intestinale.

Anche mangiare alimenti poveri di fibre può essere causa di stitichezza. Infatti la fibra alimentare insolubile è in grado di trattenere grosse quantità d’acqua nell’intestino, facilitando la motilità intestinale.

L’uso eccessivo di farmaci può essere anch’esso causa di stitichezza, specie se si tratta di farmaci antidepressivi o per regolarizzare la pressione sanguigna.

Come rimediare alla stitichezza

Per contrastare i sintomi dell’intestino pigro si possono seguire alcuni semplici consigli in grado di facilitare l’espulsione delle feci e regolarizzare l’attività intestinale.

  • È fondamentale seguire un’alimentazione equilibrata che preveda un apporto ridotto di alimenti grassi, difficili da digerire a causa della loro complessità durante l’assorbimento intestinale. Meglio optare per alimenti ricchi di fibre come la verdura a foglie e ricchi di fermenti come lo yogurt e i formaggi freschi.

 

  • La mobilità intestinale può essere stimolata anche tramite la stimolazione fisica: fare esercizi fisici, o praticare dei massaggi addominali, può stimolare la motilità intestinale, contrastando i sintomi dell’intestino pigro.

 

  • Nel caso di una dieta povera di fibre, puoi integrare il tuo organismo con estratti naturali in grado di stimolare l’attività intestinale, unendo le proprietà benefiche delle fibre all’effetto lassativo e stimolante delle erbe.

 

Prova gli estratti naturali per eliminare la stitichezza!

Torna ai Consigli di ESI

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.