ESI Quality since 1975

I fermenti lattici che fanno bene a intestino e flora batterica

5 min
di ESI

La flora batterica intestinale, ovvero l’insieme di microrganismi che abitano il nostro intestino, svolge diverse funzioni importantissime per il benessere generale dell’organismo che però viene spesso sottovalutata. Si tratta di circa 400 specie batteriche diverse che si trovano principalmente nel colon e che in condizioni normali vivono in simbiosi con il corpo umano. Quando la flora batterica viene per qualche ragione alterata, allora iniziano i problemi che si manifestano con diversi tipi di sintomi.

Le principali funzioni della flora batterica intestinale

La flora batterica intestinale svolge alcune delle funzioni più influenti per avere un corpo in salute. Qui elenchiamo solo le principali per dare l’idea della sua importanza:

  1. Funzione nutritiva: la flora batterica garantisce l’integrità della mucosa intestinale e la fermentazione del cibo che non è stato digerito. Tutte le attività svolte ai fini nutritivi contribuiscono anche a proteggere il colon dalle irritazioni.
  2. Funzione protettiva: i batteri della flora intestinale sono batteri “buoni” che proteggono il corpo umano dall’invasione di agenti patogeni. Per capire quanto la salute del nostro corpo dipenda dalla funzione protettiva svolta dalla flora intestinale, basta pensare che il 90% del nostro sistema immunitario si forma proprio nell’intestino.

Una flora batterica intestinale equilibrata ci protegge da colite, diarrea o stitichezza. Produce e contribuisce all’assorbimento della vitamina B12 (essenziale per la salute del sistema nervoso) e la vitamina K, che svolge un ruolo fondamentale per la coagulazione del sangue e la formazione delle ossa.  Infine, produce diversi amminoacidi essenziali.

Flora batterica intestinale alterata: cosa succede quado la flora batterica si ammala?

 

Un’alimentazione scorretta, terapie antibiotiche prolungate, episodi di dissenteria ricorrenti e ritmi di vita irregolari sono tra le cause più comuni che alterano la flora batterica intestinale. Avere una dieta ricca di zuccheri, alcol, proteine animali e mangiare in maniere sregolata può ridurre la presenza dei batteri buoni nell’intestino, così come lunghi viaggi in paesi esotici con alimenti molto diversi dalla nostra fascia climatica e ambienti poco igienici posso alterare lo stato di salute dell’intestino.

Uno squilibrio della flora intestinale comporta l’indebolimento generale dell’organismo, difficoltà digestive, dissenteria o stipsi, infiammazione del colon, pelle opaca, abbassamento delle difese immunitarie e aumenta le possibilità di contrarre alcune infiammazioni del cavo orale (come la stomatite aftosa ricorrente).

Come ripristinare la flora batterica intestinale con i fermenti lattici

 

Per ripristinare la flora batterica intestinale occorre seguire una dieta salutare e ricca di fermenti lattici vivi o probiotici. Assumere fermenti lattici vivi significa assumere microrganismi che resistano all’acido gastrico, conservano la loro vitalità una volta ingeriti e producono sostanze antimicrobiche e anti patogene. È dunque fondamentale scegliere dei fermenti lattici realmente efficaci, specifici in base ai propri sintomi e assumerli per un periodo adeguato alla risoluzione del problema intestinale.

Ripristinare il giusto ecosistema intestinale attraverso l’assunzione di fermenti lattici significa apportare benefici a tutto il nostro corpo, non solo internamente, migliorando le funzionalità di fegato, stomaco ed intestino, ma anche all’esterno, purificando la pelle, che risulta fin da subito più luminosa ed elastica.
Sostanza preziose che aiutano la flora intestinale si trovano anche in alimenti coma la cicoria, il carciofo, gli asparagi, la soia e l’avena. Ovviamente è bene evitare ogni fonte di stress acuto e adottare un corretto stile di vita per non ricorrere in fastidiose ricadute.

Curiosità

Lo sapevi che i fermenti lattici non si chiamano lattici perché contenuti nel latte e nei suoi derivati? Il termine deriva dal loro processo di creazione che è definita fermentazione lattica, appunto, ovvero un tipo di trasformazione che avviene in alcuni batteri dando origine all’acido lattico. La fermentazione lattica la incontriamo nel tessuto muscolare (quella più conosciuta) e nell’intestino.

linee e prodotti consigliati
Fermental Forte bustine
Fermental Max naturcaps
Fermental Max mini drink

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.