ESI Quality since 1975

Gengivite: come evitarla e curarla

4 min
di ESI

Per gengivite si intende l’infiammazione delle gengive di origine virale o batterica che si manifesta attraverso dolore diffuso nella zona dei denti. L’infiammazione infatti non riguarda solo il tessuto della gengiva, ma anche le ossa mascellari e mandibolari, il dente e la radice dello stesso.

Come riconoscere una gengivite?

Le gengive infiammate possono presentare sanguinazione diffusa. In alcuni casi l’infiammazione causa una retrazione gengivale, ovvero un arretramento e riduzione del tessuto gengivale, scoprendo i denti verso la radice. Nella maggior parte dei casi la gengivite può causare alitosi, dolore diffuso nella zona della mandibola e una maggiore sensibilità dei denti. Consumare i pasti normalmente diventa spesso complicato a causa del dolore ai denti che complica la masticazione.

Perché non devi sottovalutare una gengivite

Il processo infiammatorio che colpisce le gengive, se non contrastato in tempo, può portare a forme patologiche più gravi. Tra queste c’è la parodontite, una retrazione gengivale molto acuta che può causare la formazione di un vero e proprio solco tra gengiva e dente.

Si può immaginare a questo punto quali siano i rischi per la salute della bocca e della dentatura: nello spazio che si viene a creare possono accumularsi materiali come tartaro, placca, residui alimentari, favorendo la proliferazione batterica. Se non arginata in tempo, la parodontite può arrivare a causare la caduta dei denti, minando la radice e le fondamenta della dentatura.

Quali sono le cause della gengivite

Le infiammazioni gengivali hanno soprattutto origine batterica. Raramente il processo infiammatorio ha origine traumatologica. Altri fattori possono causare un peggioramento dello stato di salute del cavo orale e alimentare la proliferazione batterica su gengive e denti. Tra questi ci sono cattiva igiene orale, alimentazione troppo carica di zuccheri, grassi e alimenti che irritano i tessuti delle gengive. Meglio evitare cibi troppo speziati che facilitano l’infiammazione gengivale, come peperoncino e pepe. Meglio evitare anche cibi croccanti che possono irritare palato e gengive. Anche il consumo eccessivo di alcolici e il fumo delle sigarette può peggiorare sensibilmente la salute delle gengive, favorendo la formazione di tartaro e placca dentale. Inoltre il fumo delle sigarette è uno dei principali responsabili della retrazione gengivale, con i rischi conseguenti di cui abbiamo già parlato.

I consigli per prevenire la gengivite

Se la sensibilità gengivale è particolarmente acuta, è meglio adottare alcune precauzioni per evitare di irritarle e prevenire le infiammazioni:

  • Mangia cibi freschi, poco speziati e rinfrescanti per le mucosi gengivali, per il palato. Consuma soprattutto frutta fresca e verdura.
  • Utilizza spazzolini dalle setole morbide così da evitare arrossamenti, irritazioni e sanguinamento gengivale.
  • Spazzolino e collutorio non bastano. Per una maggiore pulizia dei denti utilizza anche il filo interdentale. Rimuovendo gli scarti alimentari tra i denti eviti la proliferazione batterica.
  • Utilizza prodotti in grado di igienizzare il cavo orale e contrastare più efficacemente la proliferazione batterica, evitando non solo l’insorgere di gengivite, ma anche carie, alitosi e la formazione di placca e tartaro dentale.

Il Tea Tree Oil è un rimedio molto efficace contro funghi, batteri e virus, utilizzato non solo come rimedio per migliorare la salute del cavo orale, ma per combattere efficacemente gli agenti patogeni. Provalo in una efficace combinazione di ingredienti, con Aloe Vera e Menta, contro la formazione di Tartaro, placca e per una protezione maggiore!

linee e prodotti consigliati
Aloe Fresh Alito Fresco Spray
Aloe Fresh Collutorio
Aloe Fresh Collutorio Zero alcol
Aloe Fresh Menta Crystal

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.