ESI Quality since 1975

Perché la melatonina fa dormire meglio
4 min
di ESI

Durante il sonno avvengono diversi processi fisiologici indispensabili per l’organismo, come la rigenerazione cellulare dei tessuti del corpo umano e l’omeostasi sinaptica, ovvero il processo di immagazzinamento delle informazioni apprese durante il giorno. In altre parole durante il sonno si forma la memoria di una persona. Dormire bene vuol dire aiutare l’organismo in questi processi. Durante la fase di veglia le sinapsi aumentano il proprio volume (conseguentemente alla propria attività), fino ad arrivare ad un livello di saturazione per cui necessitano di una fase di “riposo”: è in questo momento che dovrebbe avvenire la fase di addormentamento. Durante il sonno le sinapsi si distendono, riducendo la propria attività al 20% rispetto alla fase di veglia e facilitando la rigenerazione delle cellule.

 

Il fabbisogno giornaliero di sonno

Rispettare la giusta quantità di sonno è fondamentale per il corretto funzionamento delle attività cerebrali. Il fabbisogno varia dalle 11 ore al giorno dei bambini, fino alle 6 ore degli over 50. Questa variazione può essere giustificata con un calo delle attività sinaptiche con l’avanzare dell’età, che inducono un bisogno di ristoro inferiore. Ma è fondamentale anche la qualità del riposo. Le sveglie notturne interrompono le fasi naturali del sonno, intervenendo sui processi di riposo sinaptico e di rigenerazione del tessuto osseo, muscolare e cerebrale. Dormire male, poco o addirittura non dormire, può avere effetti negativi sulle nostre attività giornaliere e sullo stato di salute fisico e mentale.

 

Le conseguenze dell’insonnia

Interrompere o influire negativamente sul processo rigenerativo può avere diverse conseguenze sulla salute dell’organismo. In primis si riduce la capacità di risposta del sistema immunitario, riducendo la produzione dei linfociti e di altri globuli bianchi incaricati alla difesa dell’organismo dagli attacchi esterni degli agenti patogeni. A risentirne c’è anche l’aspetto fisico. La mancanza di sonno influisce sulla salute della pelle, rendendola più debole e soggetta a irritazioni, screpolature e alla comparsa di macchie cutanee. L’organismo è più debole e si allungano i tempi di convalescenza da patologie e periodi di malattia. Infatti la rigenerazione dei tessuti connettivi, come quelli di muscoli, organi interni, cartilagini e ossa, sono quelli che risentono maggiormente della mancanza di sonno. La resistenza alla stanchezza fisica e mentale diminuisce, favorendo l’insorgere di stati depressivi e di malumore. Infatti l’insonnia influisce sulla produzione di serotonina, il così detto “ormone della felicità”.

 

Come dormire meglio grazie agli integratori di melatonina

La fase di addormentamento avviene grazie all’azione di una sostanza prodotta dall’organismo e che agisce direttamente sulle sinapsi, riducendone l’attività e stimolando il sonno: la melatonina. È prodotta dall’epifisi, una ghiandola posta nella zona posteriore del cervello e la sua produzione si avvia con la riduzione della luce solare. Gli integratori di melatonina sono una soluzione efficace contro i disturbi del sonno, inducendo un rilassamento delle sinapsi ed evitando l’insonnia. Inoltre trattandosi di una sostanza naturalmente presente nel nostro organismo, è la soluzione ideale per stimolare l’addormentamento in maniera efficace e rispettando l’equilibrio ormonale dell’organismo.

Basta assumere degli integratori di melatonina prima di coricarsi per beneficiare dei suoi effetti rilassanti e riuscire ad avere un sonno profondo senza sveglie notturne.

Per vuoi saperne di più su come combattere l’insonnia in modo naturale, puoi leggere anche La melatonina contro l’insonnia.

linee e prodotti consigliati
Melatonin Pura Fast
Melatonin Pura Activ
Melatonin Pura gocce
Melatonin Pura Retard

Richiedi campioni omaggio

Trova il punto vendita