ESI Quality since 1975

Come scegliere il dentifricio: Guida pratica
3 min
Tatiana Giulia Rizzati

Scegliere bene quale dentifricio usare tutti i giorni è importante. Spesso ci ritroviamo al supermercato a osservare la fila infinita di dentifrici e avremmo bisogno di qualcuno che ci dicesse quale prendere; la scelta è fin troppo ampia e finiamo per acquistare quello in offerta o quello con la confezione più accattivante.

Altra possibilità: non siamo noi a comprare il dentifricio ma ci ritroviamo a usare quello che è stato comprato dal partner.

Oggi voglio aiutarvi e rendervi consapevoli delle differenze che esistono tra i vari prodotti in commercio.

Scegliere il dentifricio: caratteristiche generali

All’interno di un dentifricio possono esserci delle sostanze schiumogene (tensioattivi) aggressive sulle gengive e inquinanti: sono i famosi SLS, SLES e MEA. Discorso analogo va fatto sui conservanti artificiali come i Parabeni. Il consiglio è di guardare sempre l’elenco degli ingredienti sul retro del tubetto e scegliere prodotti senza questi ingredienti. 

Altro aspetto importante è quello dato dalla consistenza del dentifricio: non vi è differenza di efficacia tra il gel e la pasta cremosa ma vi segnalo che i dentifrici solidi o in polvere, proprio per via della consistenza asciutta, possono rivelarsi più aggressivi (abrasivi) sulla superficie dentale e gengivale.

Scegliere il dentifricio: categorie

Dentifricio per denti sensibili:

Questi dentifrici sono indicati per coloro che soffrono di ipersensibilità dentinale e quindi in caso di sensibilità al freddo o allo sfregamento.

Contengono ingredienti in grado di rinforzare lo smalto come il  fluoro e l’idrossiapatite oppure ingredienti in grado di contrastare e tamponare il ph acido prodotto dalla placca batterica, sfavorendo quindi l’erosione dello smalto e la proliferazione batterica.

Dentifricio per gengive sensibili:

Se vi rendete conto di aver bisogno di un dentifricio delicato perché le vostre gengive sanguinano, sono molto arrossate e gonfie la prima cosa che devo dirvi è: "chiamate il vostro igienista dentale o il dentista". In ogni caso la scelta del dentifricio dovrà direzionarsi verso quelli che contengono ingredienti specifici che contrastino l’infiammazione e l’infezione: Aloe, Ratania, Tea Tree oil, Calendula, Echinacea e Camomilla sono tutti ingredienti botanici molto validi. Anche Zinco, lattoferrina e clorexidina lo sono ma per alcuni prodotti serve l’indicazione del professionista che vi segue.

Whitening:

 I dentifrici whitening sono solitamente quelli più abrasivi perché hanno lo scopo di rimuovere macchie come quelle da caffè, tabacco o liquirizia che si formano sulla superficie dello smalto dentale. Questi prodotti non sbiancano, bensì smacchiano e per farlo devono essere più potenti degli altri, quindi per mantenere i denti bianchi vanno utilizzati con moderazione.

Ricordatevi sempre che il vostro igienista dentale è la persona giusta a cui chiedere un consiglio quando non sapete che dentifricio sia meglio per voi: conosce alla perfezione le caratteristiche della vostra bocca e quindi può indicarvi il prodotto ideale.

linee e prodotti consigliati
Aloe Fresh Smile
Aloe Fresh Sensitive
Aloe Fresh Whitening
Aloe Fresh Menta Crystal

Richiedi campioni omaggio

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.