ESI Quality since 1975

Igiene orale: un collutorio naturale per una corretta daily routine

8 min
di ESI

Il consumo dei pasti durante la giornata, per quanto fondamentale per il sostentamento dell'organismo umano e per apportare energie, è una potenziale minaccia per l'igiene orale. Negli alimenti infatti, sono presenti diversi costituenti, tra cui carboidrati e zuccheri semplici, che possono depositarsi sui denti e favorire la proliferazione di microrganismi dannosi.

Gli effetti di questi microbi sono molteplici. L'igiene orale può essere messa a rischio sia per la formazione di carie, ma anche per la degradazione di proteine e grassi che si depositano negli angoli più remoti della bocca, la quale ha come diretta conseguenza un fenomeno noto come alitosi.

Esistono però, dei rimedi naturali che è possibile adottare per salvaguardare la propria igiene orale ed evitare di conseguenza la formazione di cattivi odori che possono creare situazioni di imbarazzo. Tra questi, un esempio è l’utilizzo di un collutorio completamente a base di ingredienti naturali

Corrette abitudini per salvaguardare l'igiene orale

Nonostante la quotidianità sia popolata di alimenti e batteri che possono minacciare lo stato di denti, gengive e altre superfici che compongono il cavo orale, è bene sapere che con alcune semplici abitudini non è affatto difficile proteggere il proprio sorriso. L'importante è che tali abitudini corrette entrino a far parte a tutti gli effetti della routine quotidiana.

Il primo focus non può che concentrarsi sullo spazzolamento dei denti. Si tratta di un'attività assolutamente indispensabile per garantire l'igiene orale, in quanto i denti entrano in diretto contatto con gli alimenti nel processo di masticazione. Spazzolare i denti però, è importante. Al termine del pasto i residui di alimenti possono restare adesi agli spazi che separano questi piccoli ossi, creando un ambiente ottimale per la crescita di microrganismi, eventualmente anche pericolosi.

In virtù di ciò devi assolutamente sapere come spazzolare correttamente i denti per evitare problemi di placca e alitosi, in quanto la maggior parte delle persone non esegue questa attività in maniera adeguata. In molti, ad esempio, eseguono dei movimenti orizzontali con lo spazzolino, i quali hanno come effetto solo quello di agire sulla superficie. 

Lo spazzolamento corretto, invece, prevede che si eseguano dei movimenti verticali con lo spazzolino, in modo da permettere alle setole dello stesso di entrare nelle intercapedini che separano i denti e spingere i residui di alimenti verso l'esterno. In totale non dovrebbero essere necessari più di 3 minuti.

La scelta del dentifricio

L'uso dello spazzolino, da solo, non è sufficiente per la corretta detersione dei denti e per la correzione dell'alito cattivo: è anche necessario un dentifricio. Il dentifricio, una pasta con un potere abrasivo variabile a seconda degli ingredienti, è un prodotto che entra in contatto con il proprio cavo orale - e che può essere ingerito, anche se in piccole quantità - di frequente. 

Per una corretta igiene orale quotidiana e per salvaguardare la propria salute, dunque, non bisogna trascurare l'importanza del dentifricio. Generalmente, il potere abrasivo è dato da un ingrediente molto semplice e facilmente reperibile: il bicarbonato. Questo composto chimico molto diffuso ha uno spiccato potere abrasivo, dunque contribuisce a rimuovere le macchie e ad allontanare lo sporco. 

Oltretutto, a contatto con acqua e saliva, il bicarbonato si comporta come una base. In questo modo riesce a neutralizzare molti acidi, alcuni dei quali responsabili dei cattivi odori del cavo orale. Pur non profumando, dunque, il bicarbonato elimina i cattivi odori. Naturalmente, l'effetto del bicarbonato nel dentifricio non può che essere amplificato da un eventuale eccipiente aromatico, come ad esempio la menta o il lichene islandico.

Per la corretta igiene orale quotidiana, un ottimo collutorio

Purtroppo, il solo utilizzo di spazzolino e dentifricio non garantisce un effetto su tutta la bocca per ciò che riguarda la proliferazione batterica. Indubbiamente, con queste azioni si previene la formazione della placca, ma con il solo spazzolamento dei denti non si può parlare propriamente di igiene orale completa.

Il motivo alla base di questa affermazione sta nel fatto che i microrganismi non risiedono solo su e tra i denti, ma anche sopra e sotto la lingua, sulle guance e sulle gengive, nonché sotto il palato. Molte di queste aree non possono certamente essere spazzolate, per cui è necessario garantire un'attività batteriostatica utilizzando un rimedio differente.

Una soluzione ottimale da questo punto di vista è rappresentata da un buon collutorio naturale. Il collutorio, purtroppo ancora oggi troppo poco utilizzato, è un liquido solitamente dall'aroma forte, ma fresco e gradevole. Viene utilizzato prima o dopo il lavaggio dei denti e che viene lasciato in contatto con la bocca per un certo lasso di tempo.

L'obiettivo del collutorio è quello di distruggere una parte dei microrganismi della bocca. Oltre a donare un alito fresco a lungo, offrendo una piacevole sensazione di pulito in tutto il cavo orale. Poiché questo liquido entra in contatto con aree delicate della bocca e potrebbe essere ingerito in piccole quantità, è necessario che contenga sostanze naturali e sicure per la salute, ma al contempo efficaci. Scopri più nello specifico quali sono gli ingredienti che rendono un collutorio naturale funzionale e sicuro per la salute da utilizzare quotidianamente.

Gli ingredienti per un buon collutorio naturale quotidiano

Un collutorio del tutto naturale, ma efficace deve contenere sostanze potenti e di alta qualità. Uno dei costituenti principali di un collutorio non può che essere l'Aloe vera, la linfa ottenuta dall'omonima pianta. L'estratto di Aloe vera contiene delle molecole alcalinizzanti, cioè in grado di alzare il pH. 

Quando integrato all'interno di un collutorio, il succo entra in contatto con tutte le aree della bocca e ne alza il pH. In questo modo crea un ambiente inospitale per microbi responsabili di carie e alitosi. In aggiunta, grazie alla presenza di mucillagini e altre sostanze l'Aloe vera riesce a formare una sorta di pellicola protettiva che riveste tutto il cavo orale e lo preserva da attacchi esterni.

Anche la propoli dovrebbe essere utilizzata in un buon collutorio naturale, per via delle sue proprietà antisettiche. Infine, per migliorare la freschezza dell'alito e per amplificare il potere sbiancante della pasta dentifricia, un ottimo collutorio naturale da utilizzare ogni giorno non può non contenere il lichene islandico, un complesso di microrganismi che vivono in simbiosi e che viene molto utilizzato dai popoli del nord.

linee e prodotti consigliati
Aloe Fresh Collutorio
Aloe Fresh Collutorio Whitening
Aloe Fresh Collutorio Zero alcol
Aloe Fresh Whitening

Trova il punto vendita

Iscriviti ora alla nostra
Newsletter!

Nuovi prodotti in esclusiva, ispirazioni e consigli.